Merda reprise (http://lalestrarossa.blogspot.it/)

Stramaledetto Staff
e chi vi paga (e vi vende)

il grande giorno è arrivato: oggi sposto con sovraumana fatica il mio blog su Google, una delle piattaforme di blogging usata da milioni di persone nel mondo che già ospita, senza merdate, alcuni miei blog da diversi anni.
Entrerò nel nuovo pannello di gestione di WordPress (complicato, assai poco immediato, imparate dalla concorrenza!) solo per esportare quanto posso, perché non trovo post, commenti, immagini, tag, liste degli amici, widget, pagine statiche e quanto c’era nel mio blog, così come da me organizzato ed abituato ad usare.
La guida all’utilizzo del nuovo sistema, mi rifiuto di consultarla così come voi non vi siete impegnati a salvaguardare la fatica da me applicata in questi anni nell’utilizzare la precedente piattaforma.
Addio

http://lalestrarossa.blogspot.it/

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Merda

Caro/a blogger,

il grande giorno sta arrivando: il 19 novembre sposteremo automaticamente il tuo blog su WordPress, la piattaforma di blogging usata da milioni di persone nel mondo che molti nuovi MyBlogger stanno già utilizzando dal 25 settembre.

A partire da martedì 19, accedendo al tuo blog da blog.virgilio.it entrerai nel nuovo pannello di gestione di WordPress, dove ritroverai post, commenti, immagini, tag, liste degli amici, widget, pagine statiche e quanto c’era già nel tuo blog.

Se hai un fotoblog, l’indirizzo verrà cambiato in automatico con la dicitura myblog al posto di fotoblog. E con il passaggio su WordPress potrai usare template appositamente creati per i contenuti fotografici.

Durante la giornata del 18 novembre ci sarà un intervento tecnico per preparare la migrazione di piattaforma e quindi non ti sarà possibile effettuare alcun aggiornamento del tuo blog. Se invece hai un nuovo blog, aperto dopo il 25 settembre, potrai continuare a usarlo senza problemi.

Se vuoi saperne di più, qui trovi la guida completa all’utilizzo del nuovo sistema.

Ma le novità su MyBlog non finiscono qui: dopo WordPress ne arriveranno altre, tutte da scoprire insieme.

A presto

Lo Staff di MyBlog

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

la schiena

paolama

credo che il mio cuore più che sul petto
sia sulla schiena
sulla schiena sento i brividi,
non sul petto
sulla schiena si fan scivolare le dita
sulla schiena le mani che amo disegnano fiumi
segni di una mappa del tesoro che tu custodisci 

Pubblicato in Ben detto | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Equilibrio Precario


Steso sul filo
di una gloria che non c’è
Disincantato, disarmato per aver
perso di vista
perso di vista te stesso

Appeso al grido
di una folla che non c’è
Amareggiato disorientato per aver
perso di vista
perso di vista te stesso

Steso all’ombra
di una vita che non c’è
Rammaricato tormentato per aver
perso di vista
perso di vista te stesso

Stai vivendo un equilibrio precario
Stai vivendo un equilibrio precario
Stai vivendo un equilibrio precario

Steso sul filo
di una gloria che non c’è
Demotivato insoddisfatto per aver
perso di vista
perso di vista
perso di vista te stesso

Carmen Consoli, Equilibrio precario

Pubblicato in Ben detto | Contrassegnato , , | Lascia un commento

della Cultura

Il suddito ideale del regime totalitario non è il nazista convinto o il comunista convinto, ma l’individuo per il quale la distinzione fra realtà e finzione, fra vero e falso non esiste più.

Hannah Arendt

Pubblicato in Ben detto | Contrassegnato , , | Lascia un commento

dimenticare


La parte difficile non è dimenticare il passato, la parte difficile è dimenticare il futuro che avevi immaginato.
 
da internet

Pubblicato in Ben detto | Contrassegnato , | Lascia un commento

I love lists

ways to stay creative.jpg

Pubblicato in Ben detto | Contrassegnato , , | Lascia un commento

sebbene

Dino Buzzati, Il deserto dei Tartari, cap. XXVII

[...] Non pensarci più, Giovanni Drogo, non voltarti indietro ora che sei arrivato al ciglio del pianoro e la strada sta per immergersi nella valle.  Sarebbe una stupida debolezza. La conosci pietra per pietra, si può dire, la Fortezza Bastiani, non corri certo il pericolo di dimenticarla. Il cavallo trotta allegramente, la giornata è buona, l’aria tiepida e leggera, la vita ancora lunga davanti, quasi ancora da cominciare;  che bisogno ci sarebbe di dare un’ ultima occhiata alle mura, alle casematte, alle sentinelle di turno sul ciglio delle ridotte? Così una pagina lentamente  si volta, si distende dalla parte opposta, aggiungendosi alle altre già finite, per ora è solamente uno strato sottile, quelle che rimangono da leggere sono in confronto un mucchio inesauribile. Ma è pur sempre un’ altra pagina consumata, signor tenente, una porzione di vita.

Dal ciglio del sassoso pianoro Drogo infatti non si volta a guardare, senza neppure un’ ombra di esitazione sprona il cavallo giù per la discesa, non accenna a voltare neanche di un centimetro la testa, fischietta una canzone con passabile disinvoltura, sebbene questa cosa costi fatica. [...]

Pubblicato in Ben detto | Contrassegnato , | Lascia un commento

Italia 2013

anarchici che al martedì sera non escono perché devono vedere Ballarò,

comunisti disoccupati che si lamentano della situazione economica scrivendolo sul cellulare da 750 euro, 

fumatori di canne tatuati e con i piercing che inneggiano al duce, 

universitari che vomitano in ogni discorso le parole più difficili che hanno imparato credendo d’apparire affascinanti,

isterici di diete e palestre che se notano che gli fai schifo ti vorrebbero ammazzare,

moralisti bigotti omofobi di giorno che alla notte sniffano e vanno a trans, 

cristiani praticanti che ammazzerebbero di botte le Femen o darebbero fuoco agli zingari,

ragazzi che si riempiono di debiti per fingersi ricchi e poter così trombare delle puttane senza pagarle direttamente,

ragazze che mettono in mostra tette e culo per trovare una storia seria,

ragazzini pieni di brufoli e televisione che si atteggiano a gangster rapper davanti al circolo parrocchiale,

casalinghe tatuate e con i jeans strappati che spettegolano e parlano di programmi televisivi,

gente che dice di non guardare mai la televisione e conosce tutti i programmi, 

poeti di facebook che dopo aver ricevuto qualche mi piace credono di vivere scrivendo libri di poesie e li pubblicano a pagamento.

— Italia 2013

 

nucleonegazioni

Pubblicato in Ben detto, Il Rosso | Contrassegnato | Lascia un commento

Gli oggetti ci guardano

The Blue Umbrella, Pixar.

Pubblicato in Design | Contrassegnato , , , | Lascia un commento